TIBC, UIBC e ferro: valori normali ed interpretazione

Ultima modifica

 

Cosa significa TIBC

Il ferro introdotto con la dieta ed assorbito a livello intestinale può avere due diversi destini:

  • può essere immagazzinato mediante la ferritina, una proteina di deposito,
  • oppure può venire raccolto dalla transferrina, una proteina in grado di legarlo debolmente e distribuirlo ai tessuti che ne abbiano bisogno (principalmente ossa e fegato).

La transferrina è quindi una proteina trasportatrice del ferro, in grado di legare 2 ioni di ferro; generalmente solo una parte della transferrina circolante è effettivamente legata al ferro (25-30%).

  • TIBC è la misura della quantità totale di ferro che può essere teoricamente legato dalla transferrina (sebbene TIBC e dosaggio della transferrina siano 2 test diversi, sostanzialmente misurano la stessa cosa e conoscendo uno è possibile calcolare l’altro).
  • UIBC (Unsatured Iron Binding Capacity) è invece una misura della quantità di ferro che può essere ulteriormente trasportato, oltre a quello effettivamente già legato, ed è quindi un’approssimazione della quantità di transferrina non legata al ferro, ovvero ancora libera per farsene carico (viene calcolata sottraendo la quantità di ferro sierico dal TIBC).

La capacità totale di legare il ferro (TIBC) può essere determinata indirettamente, a partire da

  • quantità di ferro nel sangue (che circola necessariamente legata alla transferrina)
  • UIBC.
Provetta con la scritta TIBC

Shutterstock/Innovative Creation

Valori normali

  • Saturazione della transferrina: 25% to 35%
  • UIBC: 111 – 343 mcg/dL
  • TIBC: 240 – 450 mcg/dL

(I valori di riferimento possono cambiare leggermente da un laboratorio all’altro, si raccomanda di fare riferimento al proprio referto)

Quando viene prescritto

L’esame fa in genere parte delle indagini di secondo livello prescritte per meglio caratterizzare un’anemia da carenza di ferro, anemia che di per sé può essere diagnosticata in presenza di valori diminuiti di globuli rossi (o emoglobina).

Più raramente trova utilità anche nello studio delle condizioni da sovraccarico di ferro (ad esempio emocromatosi).

TIBC alta

In caso di carenza di ferro il fegato aumenta la produzione di transferrina e, di conseguenza, anche i valori TIBC aumentano (l’organismo tenta di porre rimedio alla carenza aumentandone la capacità di trasporto).

Le cause più comuni di anemia da carenza di ferro (anemia sideropenica) sono:

Il trattamento dell’anemia da carenza di ferro richiede la correzione del fattore responsabile (trattamento della patologia causante l’emorragia, correzione dell’alimentazione, sospensione del farmaco responsabile, …) e l’eventuale integrazione di ferro (quando non sia sufficiente una dieta dedicata).

TIBC bassa

Il contrario accade quando si sviluppi un sovraccarico di ferro, condizione peraltro molto meno comune: la quantità di transferrina libera nel sangue diminuisce e, di conseguenza, i valori di TIBC.

Parallelamente la TIBC può diminuire anche in caso di malattie del fegato (come epatiti, la cirrosi epatica, l’insufficienza epatica, …) poiché la transferrina viene prodotta proprio da quest’organo, così come in corso di

  • malattie croniche (l’organismo riduce la produzione di transferrina presumibilmente per ridurne la disponibilità verso eventuali patogeni, che lo richiedono invece per il loro metabolismo),
  • anemia emolitica,
  • anemia sideroblastica.

Nel caso di malattie epatiche è possibile discriminare la causa mediante esami di funzionalità del fegato (transaminasi, …).

La terapia in questi casi è ovviamente mirata alla causa scatenante, ma nei casi più gravi (elevate quantità di ferro in circolo) potrebbe essere necessario ricorrere a alla somministrazione di farmaci chelanti del ferro per eliminarlo, oppure a flebotomie (salasso).

UIBC alta e bassa

Eventuali alterazioni del valore di UIBC sono in genere interpretabili con gli stessi criteri visti per la TIBC.

Preparazione

L’esame consiste in un normale prelievo di sangue dal braccio; non è in genere richiesta alcuna preparazione.

Fattori in grado di interferire

I risultati del test possono essere influenzati da

  • recenti trasfusioni di sangue,
  • assunzione di fluoro,
  • pillola anticoncezionale,
  • gravidanza (in assenza di carenza di ferro si osserva talvolta un aumento della produzione epatica di transferrina),
  • assunzione di cloramfenicolo.

Fonti e bibliografia

Articoli Correlati