Perchè mi scappa sempre la pipì?

Ultima modifica

Una frequente necessità di urinare può trasformarsi in grande un disagio nella vita di tutti i giorni, influenzando non solo la routine quotidiana, ma anche la qualità del sonno e il benessere generale.

Questa condizione, indicata scientificamente come poliuria, può avere diverse cause, alcune temporanee e altre che richiedono attenzione medica. Ecco le più comuni.

Donna con le mani appoggiate sulla zona pelvica

Shutterstock/Emily frost

Assunzione eccessiva di liquidi

La causa più ovvia di una minzione troppo frequente è l’assunzione eccessiva di liquidi; spesso si tratta di bevande come acqua, caffè, e bevande alcoliche (caffeina e alcool esercitano peraltro effetti diuretici, che stimolano i reni a produrre più urina), ma non dimenticare che anche il cibo può apportare quantità significative di liquidi che andranno poi smaltiti (frutta, verdura, passati di verdura, …).

Puoi facilmente renderti conto se hai semplicemente bevuto troppo osservando il colore dell’urina.

Infezioni e altri disturbi del tratto urinario

Le infezioni del tratto urinario, la cistite su tutti, sono tra le cause più comuni di aumento della frequenza urinaria.

Queste infezioni, più frequenti nelle donne, possono causare non solo un aumento della frequenza di minzione, ma anche un’urgente necessità di urinare anche quando la vescica non è piena.

Altri sintomi includono dolore o bruciore durante la minzione e urina torbida o maleodorante.

Anche altre condizioni delle vie urinarie possono aumentare la frequenza con cui si urina, ad esempio la presenza di calcoli vescicali o di un tumore alla vescica.

Ipertrofia prostatica benigna

L’iperplasia prostatica benigna, comunemente nota come ingrossamento della prostata, è una condizione frequente negli uomini con l’avanzare dell’età. La prostata, una ghiandola che circonda l’uretra appena sotto la vescica, può aumentare di volume e causare vari disturbi urinari. Tra i sintomi più comuni vi sono

  • necessità di urinare spesso (soprattutto di notte),
  • difficoltà a iniziare la minzione,
  • flusso urinario debole o interrotto
  • e la sensazione di svuotamento incompleto della vescica.

Ansia e stress

L’ansia e lo stress possono influenzare il nostro corpo in modi sorprendenti, compreso il desiderio di urinare più frequentemente. Questo è spesso dovuto alla tensione muscolare e al segnale del corpo di voler scaricare l’ansia in qualche modo.

L’effetto può essere diretto o indiretto (a causa dell’ansia si beve di più).

Diabete e altre condizioni metaboliche

Sia il diabete di tipo 1 che di tipo 2 possono causare un aumento della frequenza urinaria come sintomo dell’incapacità del corpo di regolare adeguatamente i livelli di zucchero nel sangue.

L’eccesso di glucosio nel sangue porta i reni a lavorare di più per filtrarlo, risultando infine in una maggiore produzione di urina; per compensare le perdite il soggetto avverte di conseguenza una sete continua e severa (polidipsia) e spesso manifesta una cosiddetta polifagia paradossa (aumento della fame e della quantità di cibo assunto, ma con dimagrimento improvviso e inspiegabile).

In atri soggetti l’aumento della frequenza di minzione può essere dovuta a:

Vescica iperattiva

La vescica iperattiva è una condizione caratterizzata dall’impellente esigenza di urinare un numero frequente di volte nel corso della giornata, tanto da alterare la propria qualità di vita.

La causa non è ancora del tutto chiara, ma si ipotizza che nella maggior parte dei casi la responsabilità dei sintomi sia dovuta ad un’iperattività del detrusore, il muscolo che avvolge quasi interamente la superficie della vescica.

Gravidanza

In gravidanza, sia per cause ormonali che per cause anatomiche (l’utero che preme sulla vescica) è piuttosto comune sviluppare una ridotta capacità di trattenere grandi quantità di urina.

Effetti collaterali di farmaci

Alcuni farmaci, come i diuretici o l’eccesso di vitamina B2, possono aumentare la produzione di urina come effetto collaterale.

Articoli Correlati
Articoli in evidenza