Spasmi muscolari involontari: cause, pericoli e rimedi

Ultima modifica

Uno spasmo consiste in un’improvvisa contrazione involontaria di un muscolo, un gruppo di muscoli o un organo cavo come la vescica; si differenzia dal crampo muscolare perché:

  • Il crampo muscolare denota una contrazione episodica, involontaria e dolorosa di un muscolo.
  • Lo spasmo muscolare è considerato un termine più ampio che si riferisce a qualsiasi contrazione muscolare involontaria, non necessariamente accompagnata da dolore.

Per approfondire i crampi muscolari fare riferimento agli specifici articoli:

Strettamente correlati sono inoltre i concetti di:

  • mioclonie (leggera contrazione non dolorosa, come il singhiozzo, la palpebra che trema, gamba che scatta prima di addormentarsi, …),
  • fascicolazione (movimento poco visibile di una parte di muscolo, senza un vero e proprio esito motorio).

Le mioclonie si distinguono dalla fascicolazione in quanto più visibili, più regolari e spesso anche più ripetitive, o conseguenti a sforzo e a crampi).

Uno spasmo muscolare è generalmente innocuo e destinato a risolversi spontaneamente entro pochi minuti, ma esistono cause collegate a problemi di salute più seri come nel caso della distonia; tra le cause più comuni figurano stress e ansia, esercizio fisico intenso o disidratazione (da acqua e sali minerali) e di solito non sono motivo di preoccupazione. Anche un eccesso sostanze eccitanti (tipicamente in forma di bevande contenenti caffeina) può favorirne l’insorgenza, così come stanchezza e carenza di sonno.

Possono manifestarsi ad esempio a livello di cosce, polpacci, piedi, mani e braccia, ma non è raro svilupparli anche a livello di addome o lungo la gabbia toracica.

Il trattamento conservativo più semplice in soggetti in buona salute e sovrapponibile a quello dei crampi e consiste nello stretching (allungamento) dei muscoli coinvolti o in massaggi profondi.

Spasmi muscolari

Shutterstock/Creative Cat Studio

Quando preoccuparsi?

In genere gli spasmi muscolari sono di breve durata, anche quando accompagnati da dolore; si raccomanda di rivolgersi ad un medico nel caso in cui il dolore diventi insopportabile (o nel caso in cui gli spasmi fossero conseguenti ad un possibile contatto con veleni e sostanze infettive).

Si raccomanda attenzione medica anche nel caso di:

  • contemporanea presenza di gonfiore, arrossamento o altre alterazioni della pelle,
  • debolezza muscolare,
  • aumento della frequenza di comparsa.

Fonti e bibliografia

Articoli Correlati