Malattia mani piedi bocca negli adulti: sintomi, complicazioni e cura

Ultima modifica

Cos’è la mani piedi bocca?

La mani-piedi-bocca è una malattia contagiosa causata da diversi virus.

Anche se solitamente colpisce neonati e bambini sotto i 5 anni, occasionalmente anche gli adulti possono venire contagiati; i sintomi comprendono febbre, piaghe dolorose simili a vesciche nella bocca e un’eruzione cutanea che può apparire in forma di piccole vesciche.

Nella maggior parte dei pazienti tende a risolversi entro 7-10 giorni.

Non esistono farmaci specifici.

Per approfondire la malattia nei bambini fare riferimento all’articolo principale: Mani piedi bocca.

Sintomi: come si manifesta la bocca mani piedi negli adulti?

Mani di un adulto affette da mani-piedi-bocca

Shutterstock/Lolostock – Apex Studios

La mani-piedi-bocca esordisce in di solito inizia con febbre, riduzione dell’appetito, mal di gola e sensazione di letargia. Dopo aver sviluppato la febbre, possono svilupparsi piaghe dolorose in bocca.

La malattia si presenta in genere con una caratteristica triade di sintomi:

  • febbre, seguita dopo qualche giorno da
  • mal di gola e male in bocca, legato allo sviluppo di piccole lesioni nel cavo orale,
  • dolorose e pruriginose vescicole visibili anche su mani e piedi.

Più raramente l’eruzione cutanea può arrivare a interessare il resto del corpo, in particolare braccia, gambe, glutei, genitali, pancia e schiena; si osserva talvolta anche il rigonfiamento di alcuni linfonodi.

Spesso i pazienti lamentano anche stanchezza e calo dell’appetito (esacerbato dalla difficoltà di alimentazione a causa del dolore/bruciore in bocca).

Vale la pena notare che negli adulti la malattia potrebbe anche decorrere in modo asintomatico (priva di sintomi) o sviluppando esclusivamente la fase prodromica, ovvero di malessere non seguita dalla comparsa di vescicole.

Complicazioni e rischi

Raramente l’eruzione cutanea può essere così severa da determinare la caduta delle unghie (che comunque poi ricresceranno normalmente).

Sono in teoria possibili, al pari di tutte le infezioni virali, casi di meningite ed encefalite, ma assolutamente improbabili in soggetti immunocompetenti.

Quanto dura?

Sintomi come febbre e mal di gola durano circa una settimana; nel complesso la malattia di solito si risolve in poche settimane, ma alcuni sintomi possono persistere più a lungo.

Le lesioni alle mani possono durare due settimane, più o meno al pari di bocca e piedi (che talvolta persistono un po’ più a lungo).

Incubazione

L’incubazione della mani piedi bocca negli adulti è normalmente di 3-6 giorni.

Contagio dei genitori

La malattia ha origine virale ed è piuttosto contagiosa; la trasmissione avviene attraverso le secrezioni di naso e gola (saliva o muco), oltre che mediante il liquido delle vesciche o le feci; il contagio può quindi avvenire in caso di:

  • stretto contatto personale con una persona infetta, come avviene normalmente in casa quando i genitori si prendono cura dei figli, anche in situazione come il cambio di pannolino,
  • respirando aria infetta (emessa da starnuti o tosse di un paziente),
  • per via indiretta, toccando oggetti contaminati come giocattoli o maniglie delle porte.

I pazienti, adulti o bambini, sono più contagiosi nella prima settimana di malattia, ma possono rimanerlo per tutta la durata della condizione (e i bambini anche più a lungo).

Poiché la malattia può decorrere anche senza sintomi è importante che i genitori di bambini infetti, anche se apparentemente in buona salute, si astengano dal contatto e dalla frequentazione di persone fragili, come anziani e donne in gravidanza.

Come si cura?

Non esiste una terapia specifica; al paziente possono venire prescritti rimedi sintomatici, per trovare sollievo dalle manifestazioni (febbre, dolore, prurito) in attesa della risoluzione della malattia.

Fonti e bibliografia

Articoli Correlati
Articoli in evidenza