Quali sono le controindicazioni del limone?

Ultima modifica

Il limone è apprezzato in tutto il mondo per il suo profumo rinvigorente e soprattutto per il gusto, che sa dare vivacità a numerosi piatti e bevande.

Ricco di vitamina C, flavonoidi e altri composti benefici, è spesso celebrato per i suoi effetti positivi sulla salute, veri o presunti.

Esistono delle reali controindicazioni?

Sì, è in specifiche condizioni è preferibile adottare un uso moderato o, addirittura, astenersi del tutto dal consumo.

Problemi gastrointestinali

Una mano strizza un mezzo limone

Shutterstock/slowmotiongli

Il limone è noto per il suo elevato contenuto di acidi, in particolare l’acido citrico. Questo può causare problemi a chi soffre di disturbi gastrointestinali come la gastrite o la sindrome da reflusso gastroesofageo (GERD).

L’acidità del limone può aggravare i sintomi di bruciore di stomaco e indigestione in queste persone, incrementando il dolore e il disagio.

Danni ai denti

L’elevata acidità del limone può arrivare a erodere lo smalto dentale, portando a denti più sensibili e aumentando il rischio di carie.

Gli esperti raccomandano di bere le bevande acide come la limonata attraverso una cannuccia e di sciacquare la bocca con acqua subito dopo, per minimizzare il contatto con i denti.

Interazioni farmacologiche

Il limone e il suo succo possono aumentare l’assorbimento di ferro,

  • il che è positivo per chi soffre di anemia sideropenica,
  • ma potenzialmente problematico per chi soffre di condizioni come l’emocromatosi, che provoca un eccesso di ferro nel corpo.

Problemi alla pelle

Applicare il limone direttamente sulla pelle può causare fitofotodermatite, una reazione cutanea che si verifica quando la sostanza chimica presente nel limone reagisce con la luce solare (può capitare quando si ricorre a rimedi della nonna o, più banalmente, quando si lavora in cucina per la preparazione di piatti e bevande che portano a contatto con la sostanza). Questo può portare a eruzioni cutanee, rossore e anche a ustioni solari severe.

Reazioni allergiche

Sebbene rare, alcune persone possono sviluppare reazioni allergiche al limone. I sintomi possono variare da lievi a gravi e includere orticaria, gonfiore, difficoltà respiratorie ed eventualmente shock anafilattico.

Questa è ovviamente la controindicazioni più importante, che richiede una totale astensione non solo dal consumo di limone, ma anche dal contatto con il frutto.

Consigli per il consumo

Nonostante queste controindicazioni, il limone può essere consumato in sicurezza dalla maggior parte delle persone. Ecco alcuni suggerimenti per godere dei benefici del limone minimizzando i rischi:

  • Modera il consumo: Goditi il limone e il suo succo con moderazione, specialmente se hai condizioni preesistenti che potrebbero essere aggravate dall’acidità.
  • Diluisci il succo di limone: Se sei preoccupato per l’acidità, diluire il succo di limone con acqua può aiutare a ridurre l’impatto sullo stomaco e sui denti.
  • Proteggi i tuoi denti: Bevi bevande acide attraverso una cannuccia e sciacqua sempre la bocca con acqua dopo.
  • Consulta il tuo medico: Se stai assumendo farmaci o hai condizioni di salute che potrebbero interagire con il limone, parlane con il tuo medico.
Articoli Correlati
Articoli in evidenza