1. Domanda

    salve dottore sono un fisioterapista e mi trovo a seguire una giovane paziente con c.i.d. e carcinoma mammellare in trattamento,. posso consigliarle di indossare le calze antitrombo? e in generale nelle a.d.l. che consigli posso darle? grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace, ma per motivi di responsabilità non posso purtroppo aiutarla; potrebbe invece essere utile interfacciarsi con il medico curante del paziente.

  2. Domanda

    Buongiorno dott.re
    Ho 29 anni e sono alla 4′ settimana di gravidanza, tempo fa ho avuto un’ aborto spontaneo alla 6’settimana per cause mai scoperte, oggi sono andata a fare il secondo prelievo per i valori del beta e l’analista mi ha consigliato di fare degli esami per la trombofilia, ma il mio medico di famiglia non me lo prescrive perché non si assume la responsabilità, come posso fare per avere la prescrizione? Io ho appuntamento con la ginecologa fra 15gg non sarà troppo tardi aspettare questo tempo? Anche perché dal momento che si fa l’esame passano circa 20 gg quindi si allargherà di.molto il tempo per poi iniziare un eventuale cura se ce ne fosse di bisogno, cosa mi consigliate?
    Grazie.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, ma non ha mai fatto in passato analisi del genere? Può sempre chiamare la ginecologa e chiedere a lei se ritiene necessario fare dei controlli simili e nel caso farsi dire quali e farli subito. saluti

  3. Domanda

    Buonasera Dottore,
    ho 40 anni, non assumo farmaci e oggi ho ritirato gli esami del sangue relativi alla coagulazione che ho fatto come controllo di routine.
    Vorrei un suo parere in merito in quanto per farli vedere al mio medico di famiglia dovrò aspettare la settimana prossima.ù
    -ANTITROMBINA III 27mg/dL (Valore di rif. 12-39)
    -TEMPO DI PROTROMBINA PT
    TEMPO DI QUICK 94% (Valore di rif. 70,0-120,0)
    I.N.R. 1,04 (Valore di rif. <1,20)
    -TEMPO DI PROTROMBINA PARZ. ATTIVATA PTT 20,07 secondi (Valore di rif. 18,0-30,0)
    -FIBRINOGENO 260,0 mg/dL (Valore di rif. 180,0-400,0)

    Grazie mille.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, come può vedere Lei stessa sono del tutto nella norma.

    2. Domanda

      Ero preoccupata perchè mi sembravano troppo vicini al limite dei valori di riferimento sia INR e sia PTT.
      Quindi posso stare tranquilla?
      Grazie mille

    3. Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso assolutamente sì, poi ovviamente l’ultima parola spetta al medico.

    4. Domanda

      Grazie ancora Dottore.

  4. Domanda

    Buonasera dottore, vorrei porle un dubbio che mi sta venendo in questo momento relativo alle analisi che domani dovrò fare per verificare la presenza di mutazioni genetiche relative alla coagulazione, la vitamina d, la vitamina b12, i folati, proteina c,proteina s e fattore della coagulazione II. La domanda è la seguente: tre giorni fa ho fatto analisi del sangue per la tiroide e vorrei sapere se il prelievo di sangue pari ad una provetta e mezza possa influenzare gli esiti di questi esami che domani dovrò fare. (cioè il fatto che tre giorni fa mi hanno tolto del sangue). Grazie per il chiarimento a questo mio dubbio.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, no non c’è nessuna interferenza, stia tranquilla.

    2. Domanda

      Buongiorno e grazie tante per la risposta, purtroppo per un imprevisto questa mattina non sono potuta andare a fare le analisi. Dovrò rimandare alla settimana prossima e vorrei sapere per non sbagliare in quale periodo del ciclo mestruale è consigliabile fare le analisi che ho elencato nel messaggio precedente. Grazie ancora per la disponibilità.

    3. Dr. Roberto Gindro

      Indifferente, magari evitando i giorni delle mestruazioni.

  5. Domanda

    Mi scusi ma vorrei aggiungere un’altra domanda in merito agli esami che dovrò fare: prendo eutirox 50 da tantissimi anni e vorrei sapere se questa terapia può dare dei risultati falsati. Per dei controlli tirodei ho sospeso per qualche giorno il farmaco ed ora sto riniziando con il dosaggio di 25. Non ho mai fatto questi esami sulla mutazione genetica dei fattori coagulativi e sulle proteine c ed s per la coagulazione e mi vengono dubbi sulla coretta modalità di svolgimento. Grazie mille

    1. Dr. Roberto Gindro

      Era stato suggerito dallo specialista di interrompere Eutirox?

  6. Domanda

    Sì mi è stato detto dall’endocrinologo perché era da un po’ di tempo che mi sentivo più agitata

    1. Dr. Roberto Gindro

      No, Eutirox non influisce sugli esami relativi alla coagulazione.

  7. Domanda

    Grazie infinite Dottore,
    quindi se ho capito bene posso stare serena per quanto riguarda la non influenza sia dell’eutirox, sia del fatto che passeranno solo cinque giorni dall’ultimo prelievo venoso effettuato e sia del fatto che posso fare questi esami a pochi giorni dal ciclo tipo ventisettesimo giorno del ciclo mestruale.
    Le riscrivo gli esami: la presenza di mutazioni genetiche fattore V, fattore II, Mthfr, la vitamina d, la vitamina b12, i folati, proteina c coagulativa,proteina s coagulativa e fattore della coagulazione II.
    Grazie per la pazienza, ho 38 anni e come le scrivevo non ho mai fatto questi esami e ho mille dubbi sul corretto modo di farlo. Inoltre come penso la presenza di mutazioni o meno è indipendente da qualunque cosa visto che dipende dal mio patrimonio genetico sin dalla nascita. Giusto?
    Grazie tante Dottore, purtroppo non ho la possibilità in questi giorni di contattare il mio medico di base e Lei svolge un servizio eccezionale.

    1. Dr. Roberto Gindro

      Tutto giusto.

  8. Domanda

    Buonasera dottore vorrei chiederle una cosa allora dopo il primo aborto mi è stata diagnosticata la trombofilia allora la mia ginecologa mi ha pesci tto l aspirinEtta fino a quando non sarei rimasta incinta .
    Appena rimasta incinta ha cambiato cura dandomi clexane 2000 ora sono alla 12 settimana
    io l ho sempre fatta all incirca alla stessa ora 17 o 17 30 qual He volta prima e non dopo solo oggi per dimenticanza di portare la dietro l ho fatta alle 20 mica comporta qualche problema?

    1. Dr. Roberto Gindro

      Un piccolo ritardo occasionale non è un problema.

    2. Domanda

      Grazie mille stavo in pensiero

    3. Domanda

      Buonasera, le ho scritto qualche giorno fa per chiederle in quale periodo del ciclo mestrulae è possibile eseguire questi esami del sangue: presenza di mutazioni genetiche fattore V, fattore II, Mthfr, la vitamina d, la vitamina b12, i folati, proteina c coagulativa,proteina s coagulativa e fattore della coagulazione II.
      A causa di diversi impedimenti sul lavoro non sono ancora riuscita a fare queste analisi e vorrei chiederle se c’è controindicazioni nel farle intorno all’undicesimo o dodicesimo giorno del ciclo mestruale. In fondo quali possono essere i fattori che influenzano questi esami? Lo so sono diventata paranoica, mi scusi.
      Grazie per la pazienza e l’immensa disponibilità.

    4. Dr. Roberto Gindro

      Può farli quando desidera.

  9. Domanda

    Buongiorno, sono alla 7+5 settimane di gravidanza e alla 6+6 ho eseguito i primi esami del 1 trimestre e alcuni sulla cogulazione dato che assumo aspirinetta da prima della pma e seleparina da 6+0. È risultato che ho l’antitrombina III a 72% rif. 83-128. Mentre PT sec. 13,3
    attività protrombinica 106% rif. 80-100, INR 0,93 e aPTT 30,1 sec. rif. 24-35, ratio 1,08 rif. 0,8-1,07. Come può essere che l’antitrombina sia così bassa dato faccio cura per la coagulazione? Può essere che la seleparina ha avuto “effetto paradosso”? Grazie.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, non saprei dire come mai ha questi valori di antitrombina III, ma occorre parlarne con i medici che la seguono per valutare anche l’efficacia della terapia eparinica che è condizionata da questo parametro. saluti

    2. Domanda

      La ringrazio per la sua risposta. In precedenza (maggio scorso) ho eseguito l’esame dell’antitrombina III ed è risultato nella norma quindi penso che non sia un fattore congenito. Tra qualche giorno vedrò il mio ginecologo e spero di risolvere il problema. Saluti

  10. Domanda

    Buongiorno dottore. Ho un forte dubbio. Assumo il clexane dal secondo mese di gravidanza , per via di un difetto del mthfr .Ora sono circa a 13 settimane e la settimana scorsa ho avuto un metrorragia con coaguli per fortuna stiamo bene. Il mio ginecolo non mi ha sospeso la cura , il mio dubbio è se è opportuno continuare la terapia o sospenderla per un po’? Mi aiuti a capire ho paura di un secondo evento

    1. Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace, ma sono valutazioni specialistiche e non mi sento di esprimere giudizi.