1. Domanda

    Salve dottore. .. sembra che abbia delle allucinazioni dopo poco che mi sono addormentato e sono cose vere… poi
    Mi sveglio di colpo come se cadessi. Soffro d’ansia infatti è da 2gg che vado a letto e mi succede… e sono anche 2giorni che soprattutto la sera vado quasi in panico… in ansia moderata per il mio stato di salute. .. dolore alle ossa per me equivale tumore e per convincermi che non è…. sono a pezzi comunque domani ne parlo con la psicoterapeuta. Cosa posso fare? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro

      È corretto rivolgersi ad uno psicoterapeuta, la aiuterà a superare anche questo disturbo.

    2. Domanda

      Salve dottore, sono una ragazza di 18 anni, volevo chiedere un informazione… Da circa un anno mi capita ogni tanto (in un anno una 10ina di volte) mentre sto dormendo, mi si “paralizza” (non riesco a muovermi) dalla testa ai piedi, tutto il corpo, occhi e bocca conpresi, io dormo ma sento tutto, e come se fossi nel dormiveglia.. Dura circa un minuto, dopo comincio a riuscire a muovere gambe, schiena, braccia e testa, e infine apro gli occhi e mi sveglio ricordando tutto… Può trattarsi di narcolessia? O se no cosa può essere? Grazie

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, durante il sonno i muscoli vanno in paralisi fisiologica, è normale, come è normale anche accorgersi di ciò per un breve tempo mentre si passa dal sonno alla veglia e inizia la riattivazione muscolare. Stia tranquilla, è una situazione fisiologica. Saluti.

  2. Domanda

    Buongiorno,
    comincio ad essere un pochino preoccupato.
    Sono un uomo di 75 anni che durante il giorno , anche se avendo riposato a sufficienza, si addormenta per tipo un’ oretta o poco meno, in diversi momenti della giornata. La mia compagna ha scaricato da internet dei documenti riguardanti la narcolessia. Può indicarmi esattamente e con più precisone che cos’ ho esattamente?
    La ringrazio in anticipo. ArrivederLa.
    Anonimo

    1. Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace, ma non posso fare diagnosi, ma dalla descrizione dei sintomi raccomando una visita medica.

  3. Domanda

    Bongiorno, il mio italiano non è perfetto, sono di lingua francese. Sono stata diagnosticata di narcolessia 6 anni fà. Prendo una medicina che mi aiuta perchè prima dormivo la notte intera, 1 ora la mattina, 3 ore il pomeriggio e sempre pensando quando potrò andare a dormire. Questa medicina aiuta a mantenermi sveglia ma mi rende triste. Cosa c’è nella medicina alternativa che possa aiutare? Grazie per la risposta.

    1. Dr. Roberto Gindro

      Onestamente non credo molto alla medicina alternativa, mi dispiace.

    2. Domanda

      Dr Cimurro, con la sua risposta adesso capisco che non ho niente da cercare nella medicina alternativa. Grazie per la sua onestà.

    3. Domanda

      Non so bene cosa intenda per medicina alternativa se si intende omeopatia sono daccordo con il professore..Io posso dirle che nella mia esperienza personale ho trovato un aiuto , ovviamente oltre alla terapia farmacologica che nel mio caso è basata su di un farmaco antidepressivo,nel sostituire caffè e tea con tisane rilassanti .Oltre alla classica camomilla ne esistono composte da varie erbe che sono comunque un coadiuvante per la terapia ( importante prenderle in erboristeria e bio per non introdurre pesticidi). Ho notato anche che il berle senza aggiunta di zucchero o dolcificante ne migliora l’effetto. Diciamo che se prima dormivo 2 ore a notte adesso arrivo anche a 5 e sono convinto che almeno una di quelle tre ore guadagnate sia da assegnare alle tisane e alla sostituzione del caffè con esse

    4. Dr. Roberto Gindro

      Si tratta in questo caso di fitoterapia, una branca della medicina ufficiale che si occupa delle piante e delle loro proprietà.

      Per quanto possa significare, credo alla fitoterapia in quanto basata su prove scientificamente dimostrate/dimostrabili.

  4. Domanda

    dottore io mi addormento mentro guido mentre lavoro mentre guardo la televisione mentre parlo tento di stare sveglio ma non ci riesco
    sonop diabetico o apnee noturne ma cio la maschera e gia russo molto meno ma òla cosa di addormentarmi sta peggiorando mi sento senza forze non riesco a parlare e dormo dormo sempre non e bello questo mi dica dottore cosa puo essere la ringrazio

    1. Dr. Roberto Gindro

      Va senza dubbio segnalato al medico per verificare che non sia proprio narcolessia.

    2. Domanda

      grazie

  5. Domanda

    sono una donna di 47 anni mi addormento davanti al pc davanti alla televisione sofro di diabete e ipertensione la notte voglio dormire non cio riesco
    ma quel poco che riesco o incubi il mio cuore batte fortissimo e mi aggito molto cosa puo essere grazie

    1. Dr. Roberto Gindro

      Perchè mi scrive due volte con nomi diversi?

  6. Domanda

    no paolo e mio uomo io sono la moglie lui mi a detto io mi sono dimenticata il mio problema il suo a risposto il mio no mi sta sucedendo da 2 mesi questo a me se per favoremi potrebbe rispondere grazie

    1. Dr. Roberto Gindro

      Da verificare con il medico che non sia narcolessia, ma la situazione è un po’ vaga per fare altre ipotesi.

  7. Domanda

    la ringrazzio moltissimo della sua risposta

  8. Domanda

    Buon giorno dottore sono un uomo di 42 anni , e da circa un anno che dormo male e mi sveglio in continuazione, la notte con russo e appnee continue, ma da qualche mese comincio ad addormentarmi di giorno in ufficio e a casa seduto e magari con la sigaretta in mano accesa, una sola volta mi sono addormentato mentre parlavo di lavoro con un collega, e anche adesso mentre leggevo sul sito i sintomi della narcollesia da lei citati mi sono addormentato e ho sognato per pochi secondi ma sogni reali molto reali.
    Ancora ne devo parlare con il mio medico, ma volevo cercare di capire se è il caso di studiare il mio sonno con delle apparecchiature che monitorano durante la notte.Dottore secondo i sintomi potrebbe essere narcolessia?
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro

      1. Sì, verrà probabilmente consigliata una polisonnografia.
      2. Sì, è un’ipotesi che verrà presa in considerazione.

  9. Domanda

    Buongiorno, sono una ragazza di 24 anni. Nei primi 3 anni di università non ho mai avuto problemi di sonnolenza diurna, a parte in un paio di corsi terribilmente noiosi dell’ultimo anno. Da quando ho iniziato la magistrale, ormai un anno fa (che per inciso adoro e mi interessa molto) invece la cosa è cambiata.
    Spesso durante le lezioni comincio ad avere un sonno incredibile, per diverso tempo, cerco di fare qualunque cosa per tenermi sveglia (bevo una cioccolata, mangio dei cracker, mi bagno gli occhi con un fazzoletto bagnato) ma spesso finisco per appisolarmi, gli occhi si fanno pesantissimi, e non riesco a mantenerli aperti, mi è capitato di credo appisolarmi mentre scrivevo, io ero convinta di scrivere una parola, ma quando riapro gli occhi la parola è una linea sempre più orizzontale, all’inizio con accenni più marcati dove dovrebbero esserci lettere alte (tipo t b d) o più basse (tipo p q f) che poi diventano appena accenni ondulati verso dove si alza o abbassa la lettera della parola. A volte la sensazione è talmente pesante che mi appisolo diritta e mi sveglio quando la testa comincia a inclinarsi da un lato, dandomi una sensazione di cadere. Di solito la sonnolenza dura da 10 minuti a mezz’ora (in cui effettivamente mi appisolo per pochi secondi più volte), poi passa quando mi sveglio con la sensazione di cadere (probabilmente il terrore che qualcuno, tipo il prof del corso, se ne sia accorto). Prima della sonnolenza sono sveglissima, e anche dopo, è il durante che non riesco a spiegarmi.
    Ho sempre dormito dalle 5 alle 7 ore per notte (più spesso 5-6, dall’una di notte alle 6-7 del mattino) fin dal liceo, spesso anche meno, ma non mi era mai successo di addormentarmi così. E ho sempre avuto il sonno agitato, con incubi/sogni movimentati molto vividi, a volte mi sveglio di soprassalto, altre volte faccio un sonno filato. Probabilmente sto iper analizzando, però è una cosa molto imbarazzante, anche perchè spesso in aula sono nelle prime file. Inoltre ho notato che succede più spesso durante i semestri invernali, almeno credo. Mai durante un esame, per fortuna, già c’è poco tempo. Succede a volte anche a casa, dopo mangiato, mentre guardo la tv, ma quello credo sia normale (sia pranzo che cena). Secondo lei, è possibile che sia narcolessia? Spero proprio di no, anche se sta diventando frustrante la cosa. Mi scuso per il papiro.

    1. Dr. Roberto Gindro

      A mio parere no, mentre indagherei sulle cause della cattiva qualità del sonno notturno, il problema è probabilmente quello.

  10. Domanda

    SALVE, DOTTORE, IL MIO FIDANZATO SI ADDORMENTA IMPROVVISAMENTE ANCHE QUANDO FACCIAMO SESSO, SI TRATTA DI NARCOLESSIA? INOLTRE DORME POCO ANCHE DI NOTTE. MI DICA A CHI DOBBIAMO RIVOLGERCI. NON FUMA, MA HA UN LAVORO PRECARIO E STRESSANTE IN UN CALL CENTER. GRAZIE.

    1. Dr. Roberto Gindro

      Neurologo.